GUIDA ALLE POTENZE:

Quale potenza scegliere per la propria caldaia e perché?

Che cos’è la potenza termica?

Con il termine potenza termica si fa riferimento al calore generato dalla fiamma ed espresso in kW che viene utilizzato per il riscaldamento d’ambiente o per il riscaldamento d’acqua sanitaria.

In commercio, per la stessa caldaia, vengono prodotte varie versioni che differisco l’una dall’altra per la potenza termica.

Quale potenza scegliere?

La scelta deve essere svolta sulla base di due principali elementi: metratura della propria abitazione e fabbisogno di acqua calda sanitaria.

Tali fattori sono a loro volte influenzati da fattori esterni quali ad esempio la posizione geografica, la tipologia di abitazione e l’isolamento della stessa per il riscaldamento d’ambiente mentre, per la produzione di acqua sanitaria, sono particolarmente rilevanti la quantità di acqua prodotta per tutti i servizi e il loro tempo di utilizzo.

Chi può compiere la scelta?

Nel caso della creazione di un nuovo impianto, sarà compito del termotecnico, tecnico abilitato alla progettazione degli impianti di riscaldamento e sanitario, di tenere in considerazione i fattori esterni che possono influenzare la scelta del modello e la relativa potenza per garantire che la caldaia produca il calore necessario sia per riscaldare gli ambienti domestici che avere acqua calda disponibile.

Quali potenze sono disponibili?

Le potenze che vengono abitualmente impiegate corrispondono a 24, 28 e 32 kW.

Per quanto riguarda la dimensione del riscaldamento d’ambiente solitamente si opta per i 24 o 32 kW, mentre dal lato sanitario solitamente vengono considerate le potenze tra 28 e 32 kW.

 La differenza della scelta riguarda il fatto che per il riscaldamento una differenza di 4 kW risulta spesso ininfluente nella economia di gestione, al contrario se parliamo di produzione sanitaria, soprattutto per i modelli con produzione istantanea, essa garantisce la possibilità di soddisfare più utenze in contemporanea.

È bene far notare che le potenze in questione risultano sempre inferiori ai 35 kW, potenza che da legge stabilisce il passaggio a centrale termica.

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info